BiomATRiC News

La Ricerca della “Sabina Universitas” continua… Anche in periodo di COVID

La Ricerca della “Sabina Universitas” continua… Anche in periodo di COVID

Volevamo continuare ad aggiornarvi sull’attività di ricerca svolta in questo 2020 dai ricercatori del Polo Universitario di Rieti “Sabina Universitas”.

A Rieti la Ricerca non si ferma

A Rieti la Ricerca non si ferma

In fase di sperimentazione una nuova molecola contro il cancro del Colon-retto. Nel Progetto anche i ricercatori del Ce.Ca.Re.P., finanziato dall'ALCLI e dalla Sabina Universitas. I risultati della Ricerca, anche targata Rieti, pubblicati su molte riviste scientifiche internazionali.

Ce.Ca.Re.P. | La Ricerca non si ferma

Ce.Ca.Re.P. | La Ricerca non si ferma

Grazie agli sforzi dell’ALCLI “Giorgio e Silvia”, che finanzia e partecipa attivamente al progetto, e del Polo Universitario di Rieti “Sabina Universitas”, che ha messo a disposizione del Ce.Ca.Re.P. personale e sofisticate attrezzature di cui sono dotati i propri laboratori, è stato possibile raggiungere un primo importante traguardo.

Zafferano e Cancro: cosa è stato scoperto

Zafferano e Cancro: cosa è stato scoperto

Grazie alla duratura collaborazione tra ALCLI “Giorgio e Silvia”, che finanzia e partecipa attivamente al progetto, e al Polo Universitario di Rieti “Sabina Universitas”, che mette a disposizione personale ed attrezzature scientifiche, i ricercatori del Centro Oncologico di Ricerca e Prevenzione della Provincia di Rieti (Ce.Ca.Re.P.) hanno ottenuto importanti risultati studiando le proprietà naturali dello Zafferano, una spezia comune, molto usata anche in cucina, che si ottiene dagli stigmi del fiore del Crocus sativus, una pianta della famiglia delle Iridacee.

Sabina Universitas: la ricerca non si ferma

Sabina Universitas: la ricerca non si ferma

I ricercatori del Centro Oncologico di Prevenzione e Ricerca della provincia di Rieti (Ce.Ca.Re.P.) hanno ottenuto un’altro importante risultato grazie alla collaborazione con la Prof.ssa Simona Delle Monache, in forza al Dipartimento di Scienze Cliniche Applicate e Biotecnologiche dell’Università degli Studi dell’Aquila.